Servizi Demografici

Variazione residenza o domicilio

Dal 9 maggio 2012, ai sensi dell'art. 5 del D.L. 9 febbraio 2012, convertito in legge 4 aprile 2012, n. 35, le modalità con le quali effettuare le dichiarazioni anagrafiche (dichiarazione di residenza, cambio abitazione all'interno del Comune, trasferimento all'estero) subiscono delle variazioni.

Il cittadino, entro 20 giorni dalla variazione, può presentare la dichiarazione anagrafica, utilizzando la modulistica allegata predisposta dal Ministero dell'Interno, non solo attraverso lo sportello comunale, ma anche per raccomandata, per fax e per via telematica. L'invio per via telematica è consentita ad una delle seguenti condizioni:

- che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;

- che il soggetto sia identificato con carta di identità elettronica o carta nazionale dei servizi;

- che la dichiarazone sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata dal dichiarante;

- che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.

CERTIFICAZIONE ED AUTOCERTIFICAZIONE

Cosa è
Il 7 marzo 2001 con l'entrata in vigore del DPR 28/12/2000 n° 445 è stata introdotta un'importante novità a vantaggio del cittadino e cioè, la possibilità di avvalersi di dichiarazioni sostitutive attraverso le quali ha la possibilità dichiarare tutta una serie di fatti o dati personali in sostituzione del certificato corrispondente.
 
La Pubblica Amministrazione, come molti servizi pubblici, sono obbligati ad accoglierle per tutti i casi previsti, altrimenti incorrerebbero nella violazione ai doveri d'ufficio, mentre, i privati ed i tribunali sono liberi di accettarle o di richiedere i corrispondenti certificati ottenibili come sempre presso gli sportelli degli uffici Comunali.
 
Delle dichiarazioni sostitutive si possono avvalere tutti i cittadini Italiani, i cittadini Europei ed i cittadini di paesi extracomunitari con possesso di passaporto o permesso di soggiorno (limitatamente ai dati attestabili dalle pubbliche amministrazioni Italiane).

Accesso agli atti

Cosa è
E' la funzione per la quale ogni persona fisica o giuridica, istituzione, associazione ed organizzazione può esercitare il diritto di accesso agli atti municipali, nelle forme e nei modi previsti dal relativo regolamento, così facendo si assicura la trasparenza dell'operato amministrativo del Comune. L'accesso agli atti si esercita nella forma di estrazione di copia dello stesso previo pagamento dei costi relativi alla riproduzione, oppure, con la richiesta della sola visione degli stessi e la firma di un documento di "presa visione". 
 
Come ottenerlo 
Il cittadino si deve presentare presso lo sportello dell'ufficio relazioni con il pubblico o presso lo sportello dell'ufficio anagrafe, e, inoltrare l'apposita istanza.
 
Costi

Servizi per la leva

Cosa è
L'ufficio fornisce informazioni ai vari adempimenti legati al servizio di leva, mettendo a disposizione moduli per tutte tutte le domande, le istruzioni necessarie per la compilazione e l'inoltramento degli stessi.

Quali servizi assiste
 
 - Domande di riforma al servizio;
 - Dispense dal servizio di leva per casi particolari;
 - Obiettori di coscienza e servizio civile Nazionale;
 - Accertamenti sanitari inerenti il servizio di leva;
 - Ritardi rinvii e certificazioni generiche;
 - Domande di trasferimento o di avvicinamento;
 - Liste di leva, precettazione e visita di arruolamento;
 - Domande per i riservisti;

Segnalazioni guasti e disservizi

Il servizio
Offre al cittadino la possibilità di segnalare agli uffici comunali eventuali guasti o disservizi. 
 
Come fare
Il Cittadino può effettuare la segnalazione attraverso la consegna in Comune del modello cartaceo, debitamente compilato, riportato in fondo pagina alla voce modulistica disponibile. 
 

Pubblicazioni di matrimonio

Cosa è
E' il procedimento con il quale l'Ufficiale dello Stato Civile accerta che non vi siano impedimenti alla celebrazione del matrimonio sia esso civile che religioso, di conseguenza la richiesta va inoltrata presso l'ufficio di Stato Civile del Comune di residenza di uno dei futuri sposi. I modi di presentazione della richiesta variano sensibilmente da matrimonio civile a matrimonio religioso.
 
N.B. (La richiesta non può essere fatta da persona minore di anni 16).
   
Come fare
Matrimonio religioso
Occorre che i futuri sposi si presentino presso gli sportelli dell'Ufficio di Stato Civile e portino i seguenti documenti:
 
Carta d'identità;
 
Richiesta del Parroco della chiesa presso cui verrà celebrato il matrimonio;

Carta d'identità

Cosa è
La Carta di Identità è un documento di riconoscimento che viene rilasciato dopo aver compiuto il 15° anno di età ed ha una validità di 5 anni e può essere rinnovata a partire dal 180° giorno antecedente la scadenza.
La carta d'identità può essere rilasciata valida o non valida per l'espatrio,
(limitatamente ad alcune nazioni) in quest'ultimo caso il richiedente deve rilasciare una dichiarazione in cui afferma che per legge non si trovi in una condizione ostativa per il rilascio del passaporto.

Per i minori di anni 15 è previsto il rilascio di un documento di identità, questi altro non è che il certificato di nascita con foto del minore, esso viene rilasciato dietro richiesta del genitore e, in seguito ad una domanda scritta da parte di entrambi i genitori, l'autorità di P.S. può rende valido il documento per l'espatrio (limitatamente ad alcune nazioni)

Passaporto

Cosa è
Il passaporto é rilasciato dalla Questura, ha una validità di 5 anni e permette l'ingresso a tutti i paesi stranieri riconosciti dalla Repubblica Italiana.
Può essere rilasciato a tutti i cittadini, senza limiti di età, per i minori di anni 15 si può scegliere di l'iscrizione sul passaporto di uno dei genitori.
Per il rinnovo è sufficiente inoltrarne istanza 6 mesi prima della scadenza,
(10 anni) e la questura provvederà ad apporvi un timbro che ne prolungherà la validità per altri 10 anni, nel caso questa istanza non sia inoltrata o, al secondo rinnovo (dopo 20 anni), verrà rilasciato un nuovo libretto.
Per particolari viaggi a scopo culturale, turistico, religioso o sportivo, può essere rilasciato anche un passaporto "collettivo" valido per un solo viaggio per un gruppo da 5 a 50 persone; questi ha una validità di 4 mesi dall'emissione e comunque il "gruppo" deve avere un accompagnatore munito di passaporto ordinario.
 

Denunica di morte

Cosa è
Non occorre alcun requisito per l'ottenimento del certificato di morte.
Si fa presente che, mentre il certificato di morte di stato civile si può richiedere presso ogni sede anagrafica più avanti riportata, il certificato anagrafico di morte si può ottenere immediatamente limitatamente ai decessi avvenuti dal 1977 in poi.

ESTRATTO PER RIASSUNTO DELL'ATTO DI MORTE:
e' rilasciato esclusivamente dal Comune dove e' avvenuta la morte. Riporta anche l'ora del decesso,la residenza del deceduto, eventuale coniugazione o vedovanza ecc.
 
ATTENZIONE - Questo certificato può essere sostituito da una dichiarazione, resa dal coniuge o dai figli, scritta su un normale foglio di carta e presentata o spedita a qualsiasi ufficio pubblico o gestore di pubblico servizio.
Se ne rilascia anche il modello plurilingue.

COPIA INTEGRALE ATTO DI MORTE viene rilasciato su richiesta di un parente munito di un documento di identità.

Denuncia di nascita

Dall'ATTO DI NASCITA è possibile ottenere le seguenti certificazioni:
1. Certificato di nascita;
2. Estratto di nascita: ha validità di 6 mesi dalla data del rilascio.
Se dopo la scadenza le informazioni in essa contenute non sono variate, gli interessati potranno dichiararlo in calce, senza l'obbligo di autenticare la firma né di apporla in presenza del dipendente addetto. Le Pubbliche Amministrazioni, nonché i Gestori o Esercenti Pubblici Servizi che lo richiedono, dovranno ancora ritenerlo valido.
3. Copia integrale dell'atto di nascita. 
 
NATI PRIMA DELL'ENTRATA IN VIGORE DELLA LEGGE 127/97 (In vigore dal 18.5.97) 
 
1. CERTIFICATO DI NASCITA:
Certifica il cognome, nome, data e luogo di nascita e numero dell'atto di nascita.
Si può ottenere sia nel Comune di nascita che nel Comune di residenza al  momento della nascita.

 

 

L'evoluzione demografica comunale

 Popolazione comunale ai Censimenti dal 1951 al 2001


Popolazione comunale dal 1988 al 2009